AgroSection S.r.l. – Rappresentanza e sviluppo del brand in Cina

In Eventi il

la Cina rappresenta il quinto consumatore di vino al mondo dopo Stati Uniti, Italia, Francia e Germania. Il mercato del vino cinese è riuscito a mantenere una crescita costante nel tempo con un’espansione del mercato.

Nel suo complesso la Cina non rappresenta ancora un mercato maturo per i vini d’importazione; tuttavia il ritmo di crescita sostenuto degli  ultimi anni offre quindi interessanti opportunità commerciali nel medio – lungo termine. Nonostante la qualità indiscussa e universalmente riconosciuta, in Cina la quota del nostro vino è ancora modesta, non oltre il 6%, al quinto posto dopo Francia (che detiene ben il 55%), Australia, Cile e Spagna.

 

Se l’Italia in generale si posiziona al 5° posto dopo Francia, Australia, Cile e Spagna, occupa invece il 3° posto per i vini in bottiglia, dopo la Francia e l’Australia, con una quota del 6,1%. Buona  parte dei vini importati sono destinati al canale HoReCa (hotel, ristoranti, caffetterie, catering), mentre la parte per la grande distribuzione è ancora modesta.

La società AgroSection ha sviluppato apposite strategie per consentire a piccole e medie imprese Italiane di essere presenti nel mercato cinese con i loro prodotti, la loro storia e la loro cultura. L’obiettivo è quello di creare un ponte culturale ed imprenditoriale che unisce i due popoli per promuovere e sviluppare la cultura del Made il Italy in Cina. Una storia di successo è quella relativa alle Cantine Paolini,iniziata cinque anni addietro, ma ancora in continua fase di sviluppo, e articolata in diverse azioni di posizionamento e promozionali:

a) creare una serie di incontri tra l’azienda e operatori del settore per far conoscere quali sono le possibilità reali di penetrazione nei mercati orientali;

b) informare tutte le parti interessate sulle attività della nostra organizzazione e della struttura organizzativa ed espositiva in Cina;

c) rendere disponibile il nostro know-how in Cina (conoscenza del territorio, possibilità di interloquire con uffici governativi cinesi, conoscenza diretta delle reti di vendita e distribuzione, informatizzazione della struttura, promozione dell’iniziativa con i media cinesi, incontri culturali, sportivi, e incontri istituzionali governativi).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *